Squadra Old Pordenone 

13 Maggio 2019
A Mirano LA FINALE DI SCAMPIONATO 2018/2019

Sarà la casa dell’Armata Brancaleon, il “Comunale” di via Matteotti 51 a Mirano, ad ospitare sabato 18 maggio dalle ore 14:00
la finale della V^ edizione dello Scampionato:
il campionato amatoriale destinato alla categoria “Old”.

Nato secondo le logiche goliardico-sportive del rugby “veterans” lo Scampionato impegna ben quindici squadre, tra Veneto e Friuli, riunite tra loro con l’evocativo nome di CORV (Comitato Old Rugby Veneto) ed usanza vuole che alla finale partecipino tutte le squadre,
in un’unica sede decisa anno per anno, assegnandone l’organizzazione volta per volta ad una società diversa.

Quest’anno l’onere di ospitare la finale è stato affidato al Mirano Rugby e nonostante l’impegno organizzativo che può comportare l’ospitalità di 300 persone (questa è l’attesa, tra giocatori ed accompagnatori), il Club bianconero ha accolto con soddisfazione la notizia dell’assegnazione di quest’anno, sapendo di poter contare sulla solidità dell’Armata Brancaleon e considerandola un giusto riconoscimento per l’attività più che quindicennale dei suoi Veterans, nati nel lontano 2003 grazie alla spinta ed all’esempio dell’indimenticato Renato “Kela” Scanferla.

Sotto il logo dell’associazione, a metà tra uccello e palla ovale, le squadre, fatte tutte di giocatori over 40, si affrontano durante l’anno con le regole dell’International Golden Oldies Rugby (recepite dal regolamento FIR) e con la formula dei concentramenti, che vede impegnate due o tre squadre per campo di gioco.

Anche se nessun rugbista, pure se in “disarmo”, entra in campo per perdere, la prima e più importante regola dell’attività Old è riassunta nel motto internazionalmente riconosciuto: ”Divertimento, Amicizia, Fraternità” (Fun, Friendship,Fraternity) e le regole di gioco, a parte qualche accorgimento studiato per andare incontro alla non più giovane età dei partecipanti, sono le stesse del rugby a XV. L’agonismo di certo non mancherà ma sarà nell’atteso terzo tempo che le squadre sapranno dare il massimo perché, com’è noto, il gioco del rugby è strutturato su “due tempi di riscaldamento per prepararsi ad un grande terzo tempo”.

Sarà proprio nel terzo tempo, già momento significativo delle normali giornate di Scampionato, che si concentreranno gli sforzi degli organizzatori della finale, i quali hanno promesso una grande festa di sport e soprattutto di amicizia.
Non ci sono dunque podi e nemmeno medaglie, ma è certo che, anche in questa occasione, avremo un gran numero di vincitori: tutti coloro che hanno ancora lo spirito per indossare scarpette e pantaloncini e dimostrare che non esistono ex-rugbysti perché, come i diamanti, “rugbysta è per sempre”.

“Sarà bello poter rivedere tanti vecchi amici” – ha dichiarato il Presidente del Mirano Rugby Stefano Cibin – “in un’occasione che è anche dimostrazione di attaccamento alla maglia, alla Società e soprattutto alla grande famiglia del rugby, che unisce senza limiti d’età”.

Riportiamo l’elenco delle squadre partecipanti allo Scampionato 2018/2019, ospiti della finale che, lo ricordiamo, si terrà

sabato 18 maggio 2019, a partire dalle ore 14.00, presso il campo “Comunale” di via Matteotti, 51 a Mirano (VE):

Armata Brancaleon Old Mirano Rugby – Mirano (VE)
Old Rugby Club – Oderzo (TV)
Ombre Rosse WLF – Padova
Mummie – Mestre(VE)
Kankary – Venezia
Le Jene – Badia Polesine (RO)
Old Ruggers – Treviso
Hungry Bears – Udine 
Old Rugby – Monselice (PD)
OLD Valpolicella (VR)
St Peterfield – Camposampiero (PD)
Urogalli – Udine
Fossili Dolomitici – Belluno
AmaTori – Padova
Quei de na volta – Pordenone

Michele Lacchin

info: Simone Borina
Ufficio Stampa Rugby Mirano 1957 ASD

2 Marzo 2019 Quarta giornata di scampionato

Sabato 2 Marzo si è svolto il Memorial Poppi, al secolo Roberto Sellitto,
giocatore simbolo della nostra società, uomo che è stato legante per due generazioni di rugbysti cittadini, che ha lasciato un indelebile ricordo.
Negli anni a cavallo tra 70 e 80 al rugby ci si arrivava quasi sempre per cooptazione, perché un amico ti portava al campo e ti faceva conoscere questo sport duro ed affascinante ed il suo ambiente. Ed è quello che è successo al Poppi, portato al campo nel 1980 dai suoi amici.
All’epoca Giovanni Cantiello era allenatore e giocatore al Pordenone Rugby, così la storia del Poppi si intreccia con quella di Cantiello.

“Il Poppi”
è arrivato che era un ragazzone, si è applicato tanto ed è diventato un pilone anomalo per quei tempi perché mobile, un pilone moderno; ricordo quando la Benetton lo richiese a Treviso, lo accompagnai io in macchina. Gli dissi che quel viaggio avrebbe dovuto farlo 4 volte la settimana, ma Roberto lavorava, così rinunciò e rimase a Pordenone.”

Cantiello in seguito lo porta con sé ad Udine, dove vince campionato di C2, C1 e va in serie B.

Il lavoro lo riporta di nuovo a Pordenone, dove poter conciliare la vita privata con la sua passione.
Il legame con il club cittadino e la città di Pordenone cresce.

È del 2 settembre 1990 il trafiletto del gazzettino che riporta la notizia del matrimonio sportivo tra il Poppi e Bibiana Mellinato, segretaria del gruppo ciclistico Quattro Strade.
Nel Pordenone allora Crup, diventa dirigente e sempre più spesso anche voce della società verso la stampa.
È stato anche allenatore dei ragazzini del Pordenone rugby fino alla malattia e alla prematura scomparsa.
Il ricordo di ciò che ha fatto per il club rimane vivo.

In una giornata soleggiata che ha visto l’incontro, fuori e dentro al campo, di molti amici del rugby friulano, veneto e di tanti amici del Pordenone rugby. Quattro partite giocate in memoria di Roberto il Poppi, giocate in maniera “maschia” ma onesta. Il risultato più bello è ricordare chi ci ha lasciato, segnando in modo indelebile la storia della nostra società.

Un grazie va alla signora Bibiana Mellinato,
a tutti i volontari e tutti gli amici che sono venuti al campo, 
e un grazie particolare va a Dario Piccinin (barba), incredibile organizzatore e anima di questa manifestazione, nonché autore del successo del Movember.

Un momento davvero importante della giornata: la consegna del ricavato proprio del Movember ai rappresentanti del Cro di Aviano e Iov veneto.
Ben
4.035,00euro
sono stati raccolti quest’anno a favore della ricerca sul cancro, il movimento sta crescendo.
Appuntamento al prossimo anno!

Grazie a tutti, davvero!!

“Quei de ‘na volta”

La squadra Old dell’ASD Rugby Pordenone è costituita da un gruppo di atleti Senior veri amanti del rugby che hanno fatto la storia della società.

Nella nostra squadra c’è posto per tutti, per coloro che hanno voglia di ricalcare i campi da rugby e per quelli che non lo hanno mai fatto e desiderano iniziare, perché non è mai troppo tardi per cominciare; all’interno del team Old sono presenti ultra quarantenni di età e professioni diverse, appartenenti a mondi anche molto distanti tra loro, tra avvocati, operai, medici ed elettricisti; quello che li accomuna è la forte passione per lo sport del rugby, la curiosità e la voglia di imparare e mettersi in gioco.

Ciò che più lega la squadra degli Old è il desiderio comune di stare insieme e di sentirsi parte di un fantastico gruppo.

Vieni ad incontrarci sul campo da rugby. Orari e attività nel calendario SETTIMANALE del sito.

Ti aspettiamo!

Old