2° Memorial Santin
e 40 anni del Rugby Pordenone

sabato 3 novembre a partire dalle ore 15

RACCOLTA FONDI RICERCA TUMORE ALLA PROSTATA

INFO in segreteria

LA SOCIETA’

L’ASD Pordenone Rugby è oggi la massima espressione di questo sport in città, forti della nostra storia travagliata e memorabile per i tanti successi. Siamo una società come punto di riferimento per questo fantastico sport con oltre 300 soci.

LE SQUADRE

Tante squadre suddivise per categoria, accumunate dalla forte passione per il rugby e spirito di squadra: Minirugby, Giovanili, Under 18 e Prima squadra Seniores, Femminile, Old Uniamo gli appassionati di rugby di tutte le età, dai bambini Under 6 ai senior.

LA STRUTTURA

Siamo molto orgogliosi della nostra struttura: 3 campi da rugby, un Club House, una palestra attrezzata, 6 spogliatoi, un campo da calcio, un’area verde a disposizione dei bambini e molto altro. Tutta la struttura è dedicata al rugby, all’educazione e al nostro impegno nel sociale.

LE NOSTRE SQUADRE

Squadre di rugby Pordenone –  ASD Rugby Pordenone

SPONSOR

NEWS 12/11/2018

Le attività settimanali sono riprese tutte, in quanto fortunatamente rientrata l’allerta meteo dei giorni scorsi che ha colpito il Pordenonese.

La FirstXV a Borgomeduna non vince lo scontro al vertice col San Donà rimediando una sconfitta di misura per 11 a 24. La nostra Under 14 vince fuori casa a Udine 5 a 52. Tutte le altre categorie ieri a riposo.

Concentramento Minirugby a Borgomeduna 12/11/2018

In una bellissima giornata autunnale, grigia ma non piovosa, si è svolto il concentramento Minirugby presso gli impianti sportivi del Pordenone Rugby.
Affluenza superiore ad ogni previsione. Ben 240 atleti su 200 previsti. 
Tutti i mini Ruggers hanno avuto la possibilità di esibirsi e dimostrare le loro doti davanti ai numerosi spettatori presenti, circa 500 persone che non hanno fatto mancare il loro sostegno ai rispettivi beniamini, applaudendo anche gli avversari.

Massima soddisfazione da parte della società.

Il presidente Andrea Falcomer:
“L’organizzazione è stata pressoché perfetta. Dal ricevimento sino al terzo tempo, soprattutto grazie al sublime contributo delle infaticabili mamme che hanno realizzato, esposto e venduto le loro torte ed hanno servito il pasto caldo a tutti gli atleti presenti, dopo averli sportivamente incitati da bordo campo”.

Continua dicendo “grazie alle squadre che hanno partecipato ed hanno reso possibile l’evento ed un grazie al direttore di concentramento Paolo Posa per la sua preziosa opera”.

 

 LA NOSTRA STORIA

La nostra storia nasce nel lontano 1978 nella città di Pordenone, quando gli Amatori Pordenone parteciparono al primo campionato ufficiale di rugby.

Dopo due entusiasmanti anni di derby con il Polcenigo ed il Maniago, le due società Pedemontane si sciolgono e confluiscono nel capoluogo provinciale, dove nel mese di Maggio del 1980 nasce la “Union Rapps Pordenone”, compagine radicata nel quartiere di Borgo Meduna.

In quegli anni, grazie anche al sostegno di sponsor importanti quali Pneus Service, Elvetia Assicurazioni, Carniel Autoricambi e successivamente la CRUP, l’Union Rapps Pordenone assume il nuovo nome CRUP Pordenone, passando rapidamente dalla C2 alla serie B per il biennio 1988 – 1990, con Giovanni Cantiello nel duplice ruolo di allenatore-giocatore, arrivando a festeggiare nell’anno successivo 1991 l’accesso al campionato A2.

In quel periodo inizia a formarsi il settore giovanile di rugby, tutt’oggi un vero e proprio punto focale della nostra società, che ha portato alcuni dei giocatori più promettenti a militare in Club di primaria importanza e ad esordire in Nazionale (tra tutti ricordiamo Ivan De Spirt, Andrea Silvestrin e  Damiano Borean).

Nel 1995/96, dopo qualche anno difficile per la retrocessione della squadra in C2, la società di rugby riparte con il raggiungimento di nuovi risultati, prima del campionato in serie C1 e poi nuovamente nella tanto desiderata serie B, con al timone il redivivo Giovanni Cantiello (1997 – 1998).

Le stagioni successive saranno le più nere per la palla ovale di casa nostra: la partnership con la CRUP si interrompe e arrivano prima l’esperienza negativa della fusione con il Rugby Mira e poi la scomparsa definitiva del Rugby Senior dal capoluogo.

Nel 2002, si riparte da zero e la società viene rifondata; dapprima con il supporto di Lemene Portogruaro con il nome di Concordia Rugby Pordenone e poi nuovamente con le sole pordenonesi.

Nel 2004 il Concordia Rugby Pordenone assume la denominazione di Rugby Pordenone 1978 in omaggio ai pionieri della società ed alla loro storia.

Oggi l’ASD Rugby Pordenone nata nel 2010 con lo stesso spirito che caratterizzò gli Amatori Pordenone quarant’anni fa, continua a calcare i campi rugbistici di tutto il Triveneto, dominando la serie C1 con

l’ambizione ed il sogno di raggiungere ancora una volta la serie B.

LA NOSTRA STORIA

La nostra storia nasce nel lontano 1978 nella città di Pordenone, quando gli Amatori Pordenone parteciparono al primo campionato ufficiale di rugby.

Dopo due entusiasmanti anni di derby con il Polcenigo ed il Maniago, le due società Pedemontane si sciolgono e confluiscono nel capoluogo provinciale, dove nel mese di Maggio del 1980 nasce la “Union Rapps Pordenone”, compagine radicata nel quartiere di Borgo Meduna.

In quegli anni, grazie anche al sostegno di sponsor importanti quali Pneus Service, Elvetia Assicurazioni, Carniel Autoricambi e successivamente la CRUP, l’Union Rapps Pordenone assume il nuovo nome CRUP Pordenone, passando rapidamente dalla C2 alla serie B per il biennio 1988 – 1990, con Giovanni Cantiello nel duplice ruolo di allenatore-giocatore, arrivando a festeggiare nell’anno successivo 1991 l’accesso al campionato A2.

In quel periodo inizia a formarsi il settore giovanile di rugby, tutt’oggi un vero e proprio punto focale della nostra società, che ha portato alcuni dei giocatori più promettenti a militare in Club di primaria importanza e ad esordire in Nazionale (tra tutti ricordiamo Ivan De SpirtAndrea Silvestrin Damiano Borean).

Nel 1995/96, dopo qualche anno difficile per la retrocessione della squadra in C2, la società di rugby riparte con il raggiungimento di nuovi risultati, prima del campionato in serie C1 e poi nuovamente nella tanto desiderata serie B, con al timone il redivivo Giovanni Cantiello (1997 – 1998).

Le stagioni successive saranno le più nere per la palla ovale di casa nostra: la partnership con la CRUP si interrompe e arrivano prima l’esperienza negativa della fusione con il Rugby Mira e poi la scomparsa definitiva del Rugby Senior dal capoluogo.

Nel 2002, si riparte da zero e la società viene rifondata; dapprima con il supporto di Lemene Portogruaro con il nome di Concordia Rugby Pordenone e poi nuovamente con le sole pordenonesi.

Nel 2004 il Concordia Rugby Pordenone assume la denominazione di Rugby Pordenone 1978 in omaggio ai pionieri della società ed alla loro storia.

Oggi l’ASD Rugby Pordenone nata nel 2010 con lo stesso spirito che caratterizzò gli Amatori Pordenone quarant’anni fa, continua a calcare i campi rugbistici di tutto il Triveneto, dominando la serie C1 con l’ambizione ed il sogno di raggiungere ancora una volta la serie B.