LA SOCIETA’

L’ASD Pordenone Rugby è oggi la massima espressione di questo sport in città, forti della nostra storia travagliata e memorabile per i tanti successi. Siamo una società come punto di riferimento per questo fantastico sport con oltre 300 soci.

LE SQUADRE

Tante squadre suddivise per categoria, accumunate dalla forte passione per il rugby e spirito di squadra: Minirugby, Giovanili, Under 18 e Prima squadra Seniores, Femminile, Old Uniamo gli appassionati di rugby di tutte le età, dai bambini Under 6 ai senior.

LA STRUTTURA

Siamo molto orgogliosi della nostra struttura: 3 campi da rugby, un Club House, una palestra attrezzata, 6 spogliatoi, un campo da calcio, un’area verde a disposizione dei bambini e molto altro. Tutta la struttura è dedicata al rugby, all’educazione e al nostro impegno nel sociale.

LE NOSTRE SQUADRE

Squadre di rugby Pordenone –  ASD Rugby Pordenone

SPONSOR

NEWS 11 Marzo 2019

“Lo sport ha il potere di cambiare il mondo.
ha il potere di ispirare,
ha il potere di unire il popolo,
come poche altre cose fanno.”

Mercoledi 13 Marzo
dalle ore 18 circa verranno a trovarci, ai campi di via Mantegna, 5 giocatori della Benetton Rugby una delle squadre più forti d’Europa e protagonista di una stagione in Pro14 esaltante. 
L’iniziativa farà sì che i nostri ragazzi si possano approcciare al rugby agonistico ascoltando e confrontandosi con chi è riuscito a trasformare il proprio sport da passione a professione raggiungendo i massimi livelli italiani. 
Non sveliamo ancora i nominativi ma ecco il programma:
📌 ore 18.30 incontro in campo dei giocatori Benetton Treviso con i nostri piccoli miniruggers. 
📌 ore 19 i Leoni racconteranno la loro storia.
Si parlerà di sport, impegno e soprattutto di come perseguire lo sport in crescita. Dedicato ai più grandi, agli adolescenti e ai genitori.
A seguire si potrà prendere un aperitivo e chiacchierare liberamente con i giocatori. Incontro aperto a tutti.
📌 ore 20 cena su prenotazione.
Per informazioni rivolgersi alla segreteria del club. Orari e contatti ai piedi del sito.

Venerdì 15 marzo ore 18.30.
Ingresso libero.

ll Pordenone Rugby è lieto di ospitare presso la propria club House
la presentazione del libro Il “Quarto Elemento” di Paolo Marta
.
L’ordine, il rispetto delle regole e l’impegno sono valori fondanti del rugby, dello sport e della vita in genere ma sono sufficienti come motivazioni per scendere in campo e anche affrontare la vita?
Paolo Marta, ex giocatore, allenatore e formatore da sempre nel mondo del rugby pensa di aver individuato un Quarto elemento evidente, quasi banale eppure dimenticato o peggio, dato per scontato e ce ne parla nella presentazione del suo recente libro insieme al’ex Presidente della Tarvisium Guido Feletti e all’amico Giancarlo Stocco.

📍 Dove? Pordenone Rugby, via Mantegna, Pordenone
👥 Chi? 👤 Paolo Marta: ex giocatore della Benetton, della Tarvisium, capitano della Nazionale Juniores che ha vinto il FIRA nel 1984, allenatore, formatore. 
👤 Guido Feletti: Presidente della Ruggers Tarvisium dal 1998 al 2018, ex giocatore di rugby, Nazionale Under 19 e Campione d’Italia sia junior che senior, dirigente di azienda.
👤 Giancarlo Stocco: pilone, opinionista di Rugby Magazine.

📖 Cosa? Conversazione sui valori e sulle motivazioni intorno al libro “Il Quarto Elemento” dove,
sottoforma di lettera ai suoi figli immersi in un mondo virtuale,
Paolo Marta cerca di spiegare cosa l’ha spinto a calcare con passione i campi di gioco, incurante del fango, della pioggia, del freddo, degli infortuni, delle sconfitte, rinunciando spesso alle feste, ai giri in città con gli amici e ai sani eccessi giovanili e prendendo spunto per elaborare da tutto ciò una propria proposta per la Formazione aziendale e dei professionisti.

Sinossi: 
Come può, un padre che ha giocato intensamente a rugby per anni, spiegare ai suoi figli immersi in un mondo virtuale, cosa l’ha spinto a calcare con passione i campi di gioco, incurante del fango, della pioggia, del freddo, degli infortuni, delle sconfitte, rinunciando spesso alle feste, ai giri in città con gli amici e ai sani eccessi giovanili?
L’ordine, il rispetto delle regole e l’impegno.
Tre elementi che costituiscono i tratti fondamentali dello sport praticato, capaci di renderlo nobile al punto da essere considerato una preziosa scuola di vita, non sono sufficienti.
Nemmeno a lui.
La visione inaspettata di un video – a cui aveva già assistito da ragazzo – che immortala l’intervento di uno scienziato/filosofo, lo “illumina”, facendogli scoprire l’esistenza di un quarto elemento.
Semplice e dirompente al tempo stesso.
E che non riguarda solo il rugby o lo sport in generale, ma anche le relazioni, lo stile di vita, il vivere quotidiano.
La nostra esistenza.

Approfondimenti: 👉 https://youtu.be/GaGEwd53EsU?t=32
👉https://www.facebook.com/RUGBY.tvMAGAZINE/posts/1970005523121184

Tutti i risultati e commenti delle nostre squadre impegnate nello scorso week end le trovate nelle rispettive sezioni del sito.
Orari e allenamenti settimanali invariati. 
Aggiornamenti e appuntamenti settimanali e del week end nella sezione calendario.

LA NOSTRA STORIA

La nostra storia nasce nel lontano 1978 nella città di Pordenone, quando gli Amatori Pordenone parteciparono al primo campionato ufficiale di rugby.

Dopo due entusiasmanti anni di derby con il Polcenigo ed il Maniago, le due società Pedemontane si sciolgono e confluiscono nel capoluogo provinciale, dove nel mese di Maggio del 1980 nasce la “Union Rapps Pordenone”, compagine radicata nel quartiere di Borgo Meduna.

In quegli anni, grazie anche al sostegno di sponsor importanti quali Pneus Service, Elvetia Assicurazioni, Carniel Autoricambi e successivamente la CRUP, l’Union Rapps Pordenone assume il nuovo nome CRUP Pordenone, passando rapidamente dalla C2 alla serie B per il biennio 1988 – 1990, con Giovanni Cantiello nel duplice ruolo di allenatore-giocatore, arrivando a festeggiare nell’anno successivo 1991 l’accesso al campionato A2.

In quel periodo inizia a formarsi il settore giovanile di rugby, tutt’oggi un vero e proprio punto focale della nostra società, che ha portato alcuni dei giocatori più promettenti a militare in Club di primaria importanza e ad esordire in Nazionale (tra tutti ricordiamo Ivan De Spirt, Andrea Silvestrin e  Damiano Borean).

Nel 1995/96, dopo qualche anno difficile per la retrocessione della squadra in C2, la società di rugby riparte con il raggiungimento di nuovi risultati, prima del campionato in serie C1 e poi nuovamente nella tanto desiderata serie B, con al timone il redivivo Giovanni Cantiello (1997 – 1998).

Le stagioni successive saranno le più nere per la palla ovale di casa nostra: la partnership con la CRUP si interrompe e arrivano prima l’esperienza negativa della fusione con il Rugby Mira e poi la scomparsa definitiva del Rugby Senior dal capoluogo.

Nel 2002, si riparte da zero e la società viene rifondata; dapprima con il supporto di Lemene Portogruaro con il nome di Concordia Rugby Pordenone e poi nuovamente con le sole pordenonesi.

Nel 2004 il Concordia Rugby Pordenone assume la denominazione di Rugby Pordenone 1978 in omaggio ai pionieri della società ed alla loro storia.

Oggi l’ASD Rugby Pordenone nata nel 2010 con lo stesso spirito che caratterizzò gli Amatori Pordenone quarant’anni fa, continua a calcare i campi rugbistici di tutto il Triveneto, dominando la serie C1 con

l’ambizione ed il sogno di raggiungere ancora una volta la serie B.